Sodio Benzoato Effetti Collaterali: Cosa c’è di Vero?

sodio benzoato

Ciao, oggi voglio parlarti del sodio benzoato. Nell’ultimo periodo consultando vari siti internet, mi sono resa conto che spesso le informazioni riportate non sono le più corrette.

E che in realtà con la scusa di informare, spesso vengono fornite informazioni fuorvianti e allo scopo di allarmare chi legge.

Colgo l’occasione per rispondere ad alcuni miei lettori, per ciò che concerne la presenza del sodio benzoato all’interno prodotti della Forever Living.

Sodio benzoato effetti collaterali: origine e caratteristiche

Il sodio benzoato che troviamo in etichetta con il codice E211, è un conservante alimentare, studiato in Inghilterra, la sua somministrazione non è mai stata interdetta.

L’acido benzoico ed i benzoati, sono presenti nella maggior parte della frutta, specialmente nei mirtilli, ed in particolare in quelli rossi.

Ma oltre alla frutta sono presenti  anche nella cannella, nei funghi e nei chiodi di garofano. Ti è mai capitato di aver avuto effetti collaterali a causa di questi alimenti? 

Sia i benzoati che l’acido benzoico, vengono utilizzati come conservanti contro lieviti e batteri, presenti nei prodotti acidi. Ma è anche vero che questi conservanti sono poco efficaci contro i funghi, ma soprattutto inefficaci nei prodotti con pH superiore a 5. Come gli asparagi, le carote, i fagioli ecc….  Se vengono impiegate le giuste concentrazioni e cioè, 5 mg per ogni kg di peso corporeo non vi sono effetti collaterali.

Sodio benzoato effetti collaterali: L’acido benzoico

Sia l’acido benzoico che i benzoati, possono essere consumati da qualsiasi popolazione, vegetariani, vegani o gruppi religiosi.

L’acido benzoico e i suoi derivati, li possiamo trovare naturalmente in alcune piante, resine ed in alcuni animali. Vengono impiegati anche nell’industria farmaceutica come nella pomata Bensal Hp Whitefields, nonché nei prodotti utilizzati per l’igiene orale.

L’acido benzoico, bolle circa a 249 °C è poco solubile in acqua. Il sale usato come additivo è il sodio benzoato, è molto solubile in acqua, etanolo e metanolo. Esso si converte in acido benzoico quando viene utilizzato in soluzioni acide. Entrambi vengono utilizzati come antimicrobici, una sostanza naturale o di sintesi in grado di uccidere i microorganismi o inibirne la crescita.

Ma in quali alimenti possiamo trovare i derivati dell’acido benzoico?       

8bevande

8maionese

8conserva di pesce

8raramente liquori                                                                                                                                         

La cosa che possiamo fare senza farci influenzare dai media è controllare personalmente le etichette, tenendo presente che i benzoati vengono usati prima della preparazione dei prodotti. Alcuni documenti estratti dalla letteratura ufficiale di medicina e farmacologia hanno stabilito che la massima concentrazione negli alimenti dell’acido benzoico è dello 0,1% negli USA e fra lo 0,015 e lo 0,5% in Europa (1995). 

Quante volte avrai mangiato del latte, dello yogurt, del formaggio, delle patate e dei cereali, che tipo di effetti collaterali hai avuto? Credo nessuno! Ebbene sì, l’acido benzoico è presente in molte piante ed è quindi naturale trovarlo in alcuni alimenti. Inoltre dal nomenclatore INCI europeo il Sodium Benzoate è un conservante autorizzato.

Ma perché allora c’è tuttto questo allarmismo? Perché non verifichiamo mai abbastanza la veridicità di chi scrive e la reale esistenza dei personaggi che vengono citati negli scritti? Purtroppo ogni giorno siamo bombardati da messaggi e video e a molti non interessa dire cose vere e sicure ma vendere e fare notizia.

Anche dalla TV di stato è stato diffuso un allarme, senza un’ indagine completa, senza distinguere e senza un criterio razionale di indagine pur di fare “notizia”. E’ diventata una moda a quanto pare.

Sodio benzoato effetti collaterali: facciamo chiarezza

Per fare chiarezza:

1. Il Sodio benzoato esiste in natura come anche la vitamina C. La stessa reazione (e cioè il possibile sviluppo di benzene, sostanza pericolosa e cancerogena) si verifica in natura   normalmente (prendi dei mirtilli, altri vegetali oppure delle uova, altro e mettili al sole o semplicemente alla luce del giorno).

2. La cancerogenicità del benzene non è assoluta ma è legata alla quantità che si ingerisce o si respira, e nelle bibite indagate, la presenza del benzene stesso era inferiore di molto, a quella che si può trovare in altri comuni alimenti allo stato semplicemente naturale

3. Il benzene è presente in molti alimenti, per il semplice fatto che è immesso nell’ambiente, come inquinante, dall’industria, dal traffico veicolare, dai riscaldamenti etc. e quindi assorbito da tutte le forme di vita.

Sodio benzoato effetti collaterali: Nessun Prodotto proposto da questo sito web 

Detto questo, esaminiamo i prodotti della Forever living con lo stesso spirito critico. Il benzene, come inquinante ambientale è assente (le analisi eseguite non lo hanno trovato), data la grande qualità dei componenti utilizzati nei prodotti.

Le 4 aloe

1. Il benzene si sviluppa quando vi è un esposizione alla luce ed al calore solare, questo non avviene nei prodotti della Forever in quanto i contenitori sono ad alta tecnologia per la protezione del contenuto e certificati a prova di luce e calore. Riuscendo a preservare il contenuto anche dai semplici sbalzi termici, quindi la reazione chimica incriminata non può verificarsi.

2. Le quantità di vitamina C e di sodio benzoato sono talmente basse che non potrebbe presentare rischi in ogni caso.

3. Le quantità di bibite che ogni giorno vengono consumate sono molto alte e neanche paragonabili alle quantità consumate dei prodotti della Forever Living, per quantità assorbita il rischio non esisterebbe comunque.

4. I prodotti della Forever Living sono conservati, trasportati e distribuiti nell’assoluto rispetto delle regole sia scientifiche che di legge.

Da anni, sono in corso, molti studi in tutto il mondo che ancora non hanno dato risultati certi per cui tuttora l’uso del sodio benzoato è considerato sicuro.

Flp Aloe Vera Team

Grazie all'Aloe Vera Gel abbiamo scoperto che salute, bellezza e alimentazione sono di vitale importanza per ognuno di noi; Forever Living ci ha dato la possibilità di migliorare le abitudini e lo stile di vita delle nostre famiglie e dei nostri amici.

Tags

5 comments

  • Buono a sapersi. Buona domenica

    Domenico Tricase

  • Salve, sono anch’io un’incaricata Forever Living ed ho trovato la risposta ad una domanda che mi è stata fatta da un mio amico podista sul sodio benzoato guardando il tuo sito. Grazie per le spiegazioni e buona continuazione per la tua attività, cordialmente

    Angiola

  • Ciao, benzoato di sodio o sodio benzoato sono la stessa cosa?
    La stessa domanda anche per sorbato di potassio o potassio sorbato.
    Grazie.

  • Buongiorno! Vorrei sapere, se possibile, se i succhi di aloe vera, generalmente in commercio, vengono tutti pridotti con gel liofilizzato. Grazie. Saluti. Alessandra

    • Buongiorno Alessandra, in commercio ci sono molti prodotti di buona qualità, ma quasi tutti contengono “succo” e cioè acqua e non “gel”. Dovrebbe sentire le case produttrici.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

top