Parodontite: L’Aloe Vera Gel può aiutarti, lo sapevi?

parodontite testimonianza di liviu

Il dentista lo visiti solo quando hai mal di denti, ma forse non sai che dovresti visitarlo anche in caso di dolori gengivali, anzi forse è anche più importante, perché una diagnosi precoce della parodontite può evitarti diversi fastidi, dal sanguinamento delle gengive fino alla perdita dei denti.

Ma forse non conosci questa patologia, che è molto diffusa ma non abbastanza conosciuta da farti allarmare ai primi sintomi.

Parodontite: cos’è e cosa provoca se non curata

La parodontite chiamata anche periodontite, parodontopatia o piorrea (nome ormai in disuso in campo medico), è un’infiammazione batterica polimicrobica gengivale ovvero dei tessuti paradontali (insieme di tessuti che circondano il dente conferendogli sostegno e stabilità) che provoca il distaccamento dei denti dall’alveolo, la sua cavità ossea.

Questo distaccamento provoca delle tasche, proprio come quelle dei tuoi cappotti o giacche, e di sicuro sai quanta sporcizia si può accumulare in queste tasche, e lo stesso succede con le tasche dentali.

Questi nuovi batteri che si accumulano provocano calcificazioni come il tartaro e si nutrono degli essudati infiammatori dei tessuti lesi, auto alimentandosi forma una sorta di circolo vizioso dove l’impossibilità di pulire la zona porta ad una cronicizzazione della patologia, alla mobilità dei denti, ad ascessi e suppurazioni che sfociano quasi sempre nella perdita di uno o più denti, soprattutto se non si interviene tempestivamente.

Se le gengive sanguinano potrebbe essere l’inizio della parodontite

Ti puoi accorgere di soffrire di questo problema se le tue gengive sanguinano sia durante lo spazzolamento sia spontaneamente, se si abbassano (recessioni gengivali), se soffri di una fastidiosa sensibilità al caldo e/o al freddo, se hai denti che si muovono o che cambiano posizione e se soffri di un’alitosi persistente.

Il tuo dentista può facilmente valutare lo stato delle tue gengive inserendo una sonda, strumento millimetrato non appuntito, tra il dente e la gengiva, in caso di gengiva sana lo strumento non penetra per più di 2-3 millimetri, diversamente se penetra più in profondità si è in presenza di un problema.

Per prevenire questo tipo di patologia devi assolutamente tenere una corretta igiene dentale con spazzolino, filo interdentale, scovolino e periodicamente anche una seduta dall’igienista dentale che pratichi una pulizia professionale più approfondita con la rimozione di placca e tartaro sopra e sotto gengivale, una detartrasi effettuata con strumenti adeguati come apparecchi ad ultrasuoni o strumenti manuali. 

Ma quello che forse non sai è che puoi prevenire l’accumulo di batteri nel cavo orale ance disintossicando il tuo organismo partendo da molto più in profondità. Infatti il cavo orale fa parte di un apparato molto più complesso che è quello digerente, quindi formato anche da stomaco ed intestino. È quindi importante curare anche questa parte di apparato se vuoi prima eliminare tossine e batteri e poi aumentare le difese immunitarie.

Sai che per la parodontite c’è un programma molto efficace della Forever Living?

Un valido aiuto è l’Aloe Vera Gel che aiuta a disintossicare l’organismo e quindi a disinfiammare le mucose che rivestono intestino e stomaco e a sua volta a diminuire i batteri presenti.

aloe vera gel

Una volta che la mucosa ha recuperato la sua integrità, e grazie al potere cicatrizzante dell’Aloe ha anche recuperato le sue funzioni di “barriera”, i batteri buoni, detti eu-biotici, potranno colonizzarla nuovamente e ristabilire tutte le funzioni principali come la protezione immunitaria e l’assorbimento vitaminico.

Per questo è anche importante l’assunzione periodica di probiotici come l’Active Probiotic che aiuta a contrastare la formazione di batteri nocivi che possono portare alla parodontite e a tutti i problemi ad essa correlati.

Inoltre se assumendo l’Aloe Vera Gel si effettua uno sciacquo di qualche minuto prima di ingoiarlo, si può sfruttare la sua azione anti batterica e antinfiammatoria anche a livello del cavo orale, quindi le gengive risultano più rosee, non sanguinano e non sono doloranti.

Puoi provare a lavarti i denti con un dentifricio come il Bright Toothgel che oltre alla sua notevole azione di pulizia sui denti, ha un grado di abrasività molto basso, quindi non danneggia le gengive e le aiuta a cicatrizzarsi e disinfiammarsi e grazie anche alla propoli aiuta a combattere la placca e l’alitosi. Cosa anche molto importante non contiene fluoro e ha un’azione sbiancante naturale.

Parodontite: Testimonianza e benefici avuti da Liviu

parodontite testimonianza di LiviuCiao mi chiamo Liviu e soffro di parodontite una malattia che fa perdere i denti.

Ho provato tutti i prodotti in commercio senza vedere miglioramenti parlando con un mio amico un giorno mi ha consigliato di provare il dentifricio della Forever Living tramite il vostro sito in quanto lui stesso aveva avuto dei miglioramenti.

Ho visto subito i benefici, il ritiro delle gengive non è stato totale, però è rallentato moltissimo il processo degenerativo, e secondo me vale la pena pagare un po’ di più per un dentifricio che riesce fare qual cosa per la piorrea.

Io non ho ancora perso i denti, sono troppo giovane, ma è un po’ brutto vedersi allo specchio, ho due denti che si muovono.

Ho deciso di fare il programma completo consigliato da esperti del settore perché ho capito che devo agire da dentro se voglio migliorare la mia salute.

Grazie per avermi fatto conoscere Forever,

Liviu, (Romania)

Quindi ora sai che la parodontite è una patologia subdola che non si fa sentire se non quando è troppo tardi, ma si manifesta con piccole avvisaglie da tenere sotto controllo con una corretta igiene dentale, sia domestica che professionale, ma anche aiutando il tuo corpo a combattere le infiammazioni, disintossicandolo e depurandolo.

Non aspettare che le cose peggiorino agisci ora, contattaci!!

Valeria Bonora

Sono Vale, eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare ma soprattutto comunicare e trasmettere “qualcosa”.

Tags

Lascia un commento

Your email address will not be published.

top