Obesità: una patologia in rapida crescita ma che si può curare

obesita

Sono 600 milioni le persone obese nel mondo, il 13% dell’intera popolazione, non sembra un gran numero in percentuale ma dal 1980 ad oggi è praticamente raddoppiato.

Gli italiani in sovrappeso sono circa il 46,4% mentre gli obesi sono il 10,2% e guardando i dati odierni si vede come ormai abbia raggiunto la soglia del 13%; osservando con attenzione questi dati puoi farti un’idea della direzione che sta prendendo la mancanza di consapevolezza di una corretta alimentazione e di un’adeguata attività fisica e soprattutto della mancanza di “amore” verso se stessi e il proprio corpo.

Le persone in sovrappeso sono circa due milioni, lo ha dichiarato la Fao, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura, di queste molti sono bambini e adolescenti dei paesi in via di sviluppo.

Questi dati dovrebbero farti rabbrividire perché sono circa 3,4 i milioni di persone che muoiono ogni anno a causa di patologie legate all’obesità, il 44%  dei casi di diabete e il 23% delle malattie al cuore sono legate all’aumento di peso.

In generale posso dirti che l’aumento di peso, fino all’obesità grave, può procurarti seri problemi come:

  • diabete di tipo 2, si presume che le persone in sovrappeso abbiano qualche modificazione nelle cellule che le rende più resistenti all’insulina, l’ormone che trasforma il glucosio nel sangue e lo distribuisce alle cellule per produrre energia.
  • coronaropatia e ictus, dovute all’indurimento e al restringimento delle arterie causati dall’ipertensione, dall’aumento dei trigliceridi e del colesterolo.
  • sindrome metabolica.
  • determinati tipi di tumore tra cui il tumore del colon, dell’esofago e dei reni, tumore dell’utero e al tumore al seno postmenopausale.
  • apnee nel sonno che possono portare a difficoltà di concentrazione, sonnolenza  e insufficienza cardiaca.
  • osteoartrite, una maggiore pressione sulle articolazioni e sulle cartilagini, che quindi si consumano, inoltre chi è in sovrappeso ha un maggiore aumento di tossine e scorie e quindi è soggetto ad infiammazioni anche gravi delle articolazioni.
  • disturbi della cistifellea, la quale produce si ritrova a lavorare molto di più e a produrre più colesterolo del normale e questo rappresenta un fattore di rischio per i calcoli biliari.
  • sindrome del fegato grasso o steatosi epatica, i grassi si accumulano nel fegato fino ad infiammarlo e a creare delle lesioni molto simili a quelle dovute alla cirrosi.
  • complicazioni della gravidanza, possono soffrire maggiormente di soffrire di insulinoresistenza, glicemia alta ed ipertensione.

I bambini come ti dicevo sono quelli più a rischio, possono avere difficoltà respiratorie, fratture, ipertensione, malattie cardiovascolari senza lasciare da parte i vari problemi legati alla sfera psicologica che nell’età adolescenziale crea non pochi problemi, soprattutto in una società dove lo stereotipo del “magro è bello” urla in faccia a coloro che hanno dei chili di troppo.

Una regolare attività fisica, senza esagerazioni, è il metodo migliore per combattere questa patologia, i bambini troppo sedentari sono a rischio, addirittura 3 bambini du 10 hanno chili in abbondanza, passano troppo tempo seduti, a scuola e a casa, senza avere una valvola di sfogo come lo sport che li aiuti ad evitare la sedentarietà e a socializzare con altri bambini.

Ma cos’è l’obesità?

Parlando dell’obesità come patologia o malattia, è possibile quantificare con numeri esatti il grado di obesità, per esempio quando il peso corporeo supera il peso ideale di una quantità pari almeno al 20%; oppure quando l’indice di massa corporea (I.M.C) è superiore a 30.

L’I.M.C. si calcola dividendo la massa corporea in KG per il quadrato dell’altezza in metri (se sei alto 1,80m e pesi 80Kg la formula sarebbe IMC=80/(1,80×1,80) quindi IMC=24,69)

Ma ci sono altri fattori che devi tenere in considerazione, quando calcoli il tuo IMC devi sapere che è un dato che tiene in considerazione la massa totale cioè sia la massa grassa che la massa magra, quindi per definire l’obesità bisogna affidarsi anche ad altri indicatori che misurino la massa grassa come ad esempio le pieghe della pelle e il loro spessore (plicometria), la bioimpedenza o addirittura risonanza magnetica, pesata idrostatica, TAC, BOD POD…

Ma cosa posso fare per combattere l’accumulo di grassi?

Un’alimentazione sana è alla base di ogni cosa, eliminare i grassi, i dolci e le bevande zuccherate è un inizio ma non basta.

Bisogna affidarsi ad esperti che valutino caso per caso in cosa è carente il tuo corpo e cosa invece c’è in eccesso, rivolgersi ad un nutrizionista è il primo passo da fare, saprà indicarti cosa è meglio per te, e quale regime alimentare seguire per una forma fisica ottimale oltre a farti fare una serie di esami per valutare il tuo attuale stato di salute.

Ci sono anche nutrizionisti specializzati nell’alimentazione dell’infanzia e del bambino, svolgono un lavoro eccellente accompagnato spesso anche da un supporto psicologico, che non è MAI da sottovalutare. Purtroppo come dicevo prima i bambini sono quelli più a rischio nella società.

Il secondo passo è quello di cominciare con un po’ di attività fisica, basta un’ora di passeggiata al giorno per iniziare, puoi anche decidere di iscriverti in palestra ma senza pretendere troppo da se stessi, andando piano e seguendo i tuoi tempi, da una vita sedentaria non si può passare ad una vita da sportivi senza che si corra il rischio di infortuni, soprattutto quando si è obesi e quindi il fisico è sotto stress, pesante da muovere andresti in contro a strappi, contratture o addirittura fratture ossee, quindi anche in questo caso è meglio affidarsi a persone che fanno questo mestiere e sapranno consigliarti al meglio come muovere i primi passi lontano dal divano di casa!

Il terzo passo e forse quello più importante è quello che devi iniziare ad amarti, ad amare il tuo corpo e a prendertene cura, depurandolo e disintossicandolo e questo passo puoi farlo con l’aiuto di un programma nutrizionale detossinante a base di Aloe Vera Gel da bere e integratori alimentari, il Forever Clean 9.

aloe vera gel

La disintossicazione è un processo che avviene in due fasi, nella prima avviene l’attivazione degli organi emuntori che trasformano le tossine nella forma più adatta alla loro espulsione; nella seconda fase avviene la vera e propria eliminazione delle tossine dall’interno verso l’esterno del nostro corpo attraverso la diuresi e il sistema linfatico.

Il trattamento Clean 9 ti aiuta a depurarti in soli 9 giorni, durante i quali ti

  • Aiuta a eliminare le tossine e le scorie metaboliche
  • Aiuta la corretta idratazione dell’organismo
  • Consiglia la corretta alimentazione da tenere durante il programma
  • Ti aiuta a mantenere uno stile di vita sano
  • Avrai il totale controllo del tuo peso

Se vuoi anche tu iniziare a disintossicare il tuo organismo e scoprire come eliminare le tossine dal tuo corpo non esitare agisci oracontattaci!!

Valeria Bonora

Sono Vale, eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare ma soprattutto comunicare e trasmettere “qualcosa”.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

top