Endometriosi Sintomi E Benefici Con l’Aloe Vera Gel

endometriosi sintomi

Oggi ho deciso di affrontare un argomento molto delicato e che rientra esclusivamente nell’universo di noi donne ma che, inevitabilmente, condiziona e non in modo positivo l’armonia di una coppia sotto tutti i punti di vista. Sto parlando dell’endometriosi!

Endometriosi? E che cos’è?

Questa è la domanda che tu e come te, più della metà delle donne in ascolto si staranno ponendo!

Endometriosi e sintomi perché non li conosci?

Probabilmente è del tutto normale, stiamo parlando di una patologia molto ostica da diagnosticare e della quale le donne ricevono poca informazione, come purtroppo su molte altre malattie di media o grande entità che riguardano la sfera delle patologie ginecologiche.

In realtà, l’endometriosi colpisce tre milioni di donne solo in Italia, circa una su otto, ma nella fascia di età tra i 29-39 anni ne è affetta una su due. Ma, in poche sanno di essere malate, tanto che in media c’è un ritardo di nove anni tra la comparsa dei primi sintomi e la diagnosi.

Alla luce di questo, l’endometriosi deve smettere di essere sottovalutata, poiché oltre ad incidere sulla qualità della vita femminile a diversi livelli, può essere addirittura causa di infertilità. Infatti, molte donne non scoprono la loro endometriosi intestinale fino a che non hanno difficoltà a restare incinta.

Perché allora questa importante patologia viene trascurata?

Il motivo è molto semplice e piuttosto banale: le donne considerano la sofferenza una condizione “normale”. Questo le porta a trascurare quei dolori pelvici addominali, quelle mestruazioni abbondanti e molto dolorose e i rapporti sessuali altrettanto dolorosi che invece potrebbero essere identificati come dei campanelli d’allarme di un problema più grande e da non sottovalutare.

L’informazione è fondamentale e una donna ha il diritto di riceverla per conoscere meglio il proprio corpo, al fine di avere i mezzi utili per poi difendere le proprie convinzioni nel momento in cui si ritrova di fronte a dei cambiamenti che potrebbero rappresentare invece degli importanti sintomi ed è lo stesso medico a minimizzarli.

Il dolore deve essere un semaforo rosso sulla salute femminile, davanti al quale bisogna fermarsi finché una corretta diagnosi non permetta di tornare a percorrere la strada verso il benessere. E perché si arrivi a capire quale sia il problema, è necessario che sia proprio la donna a riconoscere i sintomi.

Informarti è quello che cercherò di fare in questo articolo, quindi, “apri bene le orecchie” e seguimi con molta attenzione!

Endometriosi sintomi e cause

L’endometriosi è una malattia spesso progressiva, dove alcune cellule della mucosa uterina s’impiantano al di fuori dell’utero.

I focolai endometriosici si trovano soprattutto nel basso ventre (ovaie, intestino o vescica), più raramente in altri organi (cute, polmoni) dove vengono stimolati dagli ormoni che provocano il ciclo mestruale.

Ogni mese, durante le mestruazioni, il tessuto endometriale impiantato in sede anomala, sanguinando, provoca un’irritazione dei tessuti circostanti. Questo tessuto ectopico, risponde agli stimoli ormonali tipici dell’ovulazione e dell’età fertile come il normale endometrio.  

Cresce in altezza durante la prima metà del ciclo, si arricchisce di zuccheri e sostanze nutritive durante la seconda, e poi si sfalda nel peritoneo o in altri organi, causando molto dolore e infiammazione cronica, con danni tissutali e funzionali negli organi colpiti.

Le cause dello sviluppo dell’endometriosi non sono state ancora chiarite. Certamente, si sa che emorragie mestruali prolungate o cicli abbreviati ne aumentano il rischio, come anche fattori genetici e sostanze inquinanti.

Secondo un’ipotesi più datata, potrebbe essere la mestruazione retrograda a causare l’endometriosi: secondo questa teoria, durante la mestruazione, piccole parti di tessuto endometriale si muovono in senso inverso nelle tube per poi impiantarsi nell’addome, provocando appunto un’endometriosi intestinale.

Si pensa anche che l’endometriosi potrebbe essere presente nei geni di certe famiglie o semplicemente alcune donne possono avere una predisposizione a questa malattia.

Chi può colpire?

Certo è che l’endometriosi può colpire le donne dalla prima mestruazione ed eccezionalmente anche prima del primo ciclo mestruale, ma normalmente dal tempo del suo primo periodo alla menopausa.

Inoltre, la malattia si sviluppa indipendentemente dal fatto di aver avuto o meno gravidanze anche se dopo le gravidanze, qualora presente già prima della gravidanza, sembra avere una crescita più accelerata. Qualche volta si può assistere anche ad un persistere dell’endometriosi in menopausa; o a seguito di ormoni presi per i sintomi in menopausa può far continuare l’endometriosi intestinale.

Il primo sintomo di questa patologia è spesso un dolore mestruale intenso, ma di un’intensità superiore al piccolo dolore mestruale assolutamente tollerabile che non interferisce con le attività quotidiane.
Altri endometriosi sintomi frequenti, e trascurati, sono il dolore ovulatorio e il dolore in altre fasi del ciclo, come anche:

Check2greenun senso generale di malessere;

Check2greendisturbi addominali diffusi;

un senso di pesantezza;Check2green

Check2greenmancanza di forza;

Check2greenstanchezza cronica;

Check2greensbalzi dell’umore

Talvolta l’endometriosi è riscontrabile anche in sede intestinale e vescicale, sui legamenti utero sacrali, nel setto retto vaginale, nelle tube.

È possibile curare l’endometriosi?

Finalmente è arrivato il momento di rompere il silenzio e rassicurare tutte le donne che scoprono o scopriranno di esserne affette: l’endometriosi si può curare sia farmacologicamente, quindi con una terapia ormonale tipo pillola anticoncezionale, sia chirurgicamente.

E anche se queste non sono cure definitive, possono trattare efficacemente il dolore e l’eventuale sterilità.

È importante quindi arrivare a una diagnosi precoce che permetta di controllare lo sviluppo della patologia limitando il più possibile le conseguenze sulla salute.

L’endometriosi, come precedentemente accennato, influisce molto emotivamente sulle donne.
Soprattutto, quando colpisce le adolescenti, queste fanno fatica a star dietro ai compiti di scuola e la loro vita sociale ne soffre.

Mentre, quando colpisce una donna adulta i risultati possono essere peggiori e questo perché il dolore avvertito influisce nel rapporto di coppia, fino a gettare un matrimonio completamente nel caos, specie se alla donna il disturbo non viene diagnosticato, provocando l’inevitabile trascuratezza della patologia o, nella peggiore delle ipotesi, facendone spacciare i sintomi per “immaginari”.

L’endometriosi può interessare

– le ovaie

l’intestino

– il retto

i polmoni

Terapie mirate a curare l’endometriosi definitivamente non sono ancora state trovate, questo è vero ma, a seconda dei casi, dell’età della donna, del grado di dolore, del desiderio di maternità e dalla gravità delle lesioni si può alleviare il dolore oltre che con i farmaci anche con alcuni nutraceutici.

Flp Aloe Vera Team

Grazie all'Aloe Vera Gel abbiamo scoperto che salute, bellezza e alimentazione sono di vitale importanza per ognuno di noi; Forever Living ci ha dato la possibilità di migliorare le abitudini e lo stile di vita delle nostre famiglie e dei nostri amici.

Tags

Lascia un commento

Your email address will not be published.

top