Dermatite Atopica: Aloe Vera Gel Un Aiuto Strepitoso

dermatite atopica

Dermatite Atopica un vero disagio, ne soffri anche Tu?

Una tra le cose più terribili da sopportare?

Il prurito incessante, quello che non ti lascia un attimo di tregua, che ti tartassa secondo dopo secondo, costringendoti a “grattarti” continuamente, annullando completamente ogni sensazione di piacevolezza legata all’istinto umano più irrefrenabile.

Infatti, il prurito ci fa sentire l’irresistibile desiderio di sfregare il nostro corpo e normalmente, appagare questo bisogno è così piacevole.

A quanto pare, la “sala di comando” del prurito si troverebbe in una specifica zona della colonna vertebrale, il tratto ipotalamico. Quando la pelle viene aggredita da sostanze pruriginose, i neuroni del tratto ipotalamico diventano iperattivi e inviano il segnale di prurito. A questo punto solo grattarsi può placare i neuroni “impazziti” che, rilassandosi, ci fanno provare la tanto piacevole sensazione di sollievo.

Ma il sollievo, quando si va alla sua ricerca incessante, può facilmente trasformarsi in dolore!

Quando accade?

Quando a colpirti è una patologia come la dermatite atopica: i suoi sintomi portano ad una perdita di ore lavorative nell’età adulta, mentre nei bambini possono causare problemi di origine psicologica; quindi non è da sottovalutare!

Nello specifico, di cosa stiamo parlando?

Di una malattia della pelle piuttosto diffusa, che si manifesta fin dall’infanzia in molti casi, ma che può anche “scoppiare” in età adulta o riemergere, come una sorta di fenomeno carsico, quando si pensava di averla superata da anni.

La dermatite atopica è una patologia cronica della pelle caratterizzata da prurito, lesioni eczemiche, xerosi (pelle secca) e lichenificazione della cute.

Le cause sono tuttora poco conosciute. La malattia è l’espressione cutanea dell’atopia, cioè la predisposizione genetica a manifestazioni allergiche che possono coinvolgere anche altri organi. Spesso, infatti, la dermatite è associata ad asma bronchiale, rinite, congiuntivite e allergie alimentari.

Si manifesta con chiazze rosse secche o essudanti, aree di pelle ispessita talvolta dello stesso colore della cute sana. Nel neonato compaiono prevalentemente sul viso, nel bambino più grandicello in corrispondenza delle pieghe flessorie del corpo. Le lesioni sono estremamente pruriginose e il fastidio può comportare insonnia e irrequietezza.

Dermatite atopica: forme

La dermatite atopica diversa dalla dermatite seborroica, si distingue in forma acuta e forma cronica in base al tipo di eruzione cutanea che compare. Nel tipo acuto, più frequente nell’infanzia, compaiono chiazze arrossate, che a volte desquamano, accompagnate spesso da gonfiore locale e piccole vesciche; nel tipo cronico la pelle diventa spessa e presenta lesioni dovute al continuo grattarsi da parte del bambino. Soprattutto nella zona delle mani compaiono fessurazioni, cioè spaccature della pelle anche dolorose.

La pelle appare ruvida e arrossata, con i bordi leggermente sollevati. Gli eczemi possono comparire un pò ovunque, ma nel bebè di solito la dermatite atopica infantile comincia a manifestarsi sul viso e sul cuoio capelluto, così come intorno all’area delicata dell’inguine, aggravata dall’irritazione da pannolino.

Mentre, nell’adulto le dermatite interessa facilmente orecchio, cuoio capelluto e arti, sia superiori che inferiori.

Dermatite atopica: se ne conoscono le cause?

Purtroppo no, o quantomeno non sono riconducibili a un unico fattore.

Sembrerebbe che siano coinvolte nella sua patogenesi diversi tipi di cellule, inclusi i linfociti T , gli eosinofili, le cellule di Langerhans e i keratinociti, e altri fattori quali i citokini e le immunoglobuline.

Dunque, le cause che la scatenano sono molteplici e di varia natura:

Check2greengenetica;

Check2greenstato psicosomatico del soggetto;

Check2greenambiente circostante;

Check2greeneventuale esposizione a sostanze irritanti.

Ma, la dermatite atopica è provocata principalmente da fattori genetici: se un genitore ha una manifestazione atopica c’è il 60% di possibilità che sia presente anche nei figli, se entrambi i genitori sono atopici la percentuale aumenta fino all’80%, mentre in una famiglia non atopica la probabilità è di circa il 20%.
Inoltre, è stata ampiamente dimostrata l’associazione tra dermatite atopica e allergie alimentari, specialmente nelle forme infantili più severe. Gli alimenti comunemente implicati sono le arachidi, le uova, il latte vaccino, la soia, il pesce e i crostacei.

Molti neonati con allergie alimentari, soprattutto intolleranza al lattosio, sono sofferenti di dermatite atopica infantile, segno della correlazione tra le due patologie.

Dermatite atopica: esiste una cura?

La terapia più adatta alla risoluzione o almeno al miglioramento della dermatite atopica deve essere scelta in base alla gravità della condizione, all’età del paziente, al suo stato psicologico e alla presenza concomitante di altre patologie. Però, nella maggior parte dei casi, non si tratta di una soluzione definitiva.

Questo perché la dermatite atopica è una malattia cronica: non ci sono cure, ma solo terapie mirate al contenimento dei sintomi.

Però, è possibile gestire la gravità della patologia attraverso il contenimento della secchezza della pelle, limitando il contatto con gli allergeni ed adottando alcuni specifici accorgimenti, come:

Check2greenevitare ambienti polverosi;

Check2greennon esporsi troppo al sole;

Check2greenevitare il contatto con fibre sintetiche;

Check2greenpreferire indumenti di lino o cotone.

Poi, uno dei modi più efficaci per tenere sotto controllo il disturbo è la corretta igiene, soprattutto nei bambini affetti da dermatite atopica infantile, per i quali, è fondamentale evitare bagni lunghi che seccano ulteriormente la pelle, mentre è preferibile una doccia rapida e tiepida.

Inoltre, i genitori non devono utilizzare detergenti qualsiasi che in genere attaccano il film idrolipidico e rendono la pelle ancora più secca, aumentandone il prurito.

Sono preferibili detergenti oleosi, privi di profumazione e creme emollienti naturali.

Dermatite Atopica: cosa offre la natura

In natura esistono numerose sostante in grado di contrastare la dermatite atopica ma vorrei sottolineare le prodigiose proprietà dell’Aloe Vera Gel.

Grazie alla forte valenza antinfiammatoria degli acidi cinnamico e crisofanico e del mucopolisaccaride acemannano, l’aloe vera è in grado di coadiuvare la problematica della dermatite atopica. 

aloe vera gel caratteristiche


Questo “alleato naturale” può essere un valido aiuto per migliorare la qualità della vita di tutte le persone che decidono di affidarsi a lei.

Come prodotti coadiuvanti consigliati per la dermatite atopica:

8Aloe Vera Gel un potente antinfiammatorio naturale Fresco gel di Aloe Vera stabilizzato al 100%. Bevilo quotidianamente, oltre ad aiutare la digestione, integrerai la tua alimentazione con importanti elementi tra cui 18 aminoacidi, 20 minerali e 12 vitamine, inclusa la rara vitamina B12. Sono veri sorsi di salute e benessere!

8Forever Arctic Sea Omega 3 capsule che contiene una miscela purissima di olio di calamaro e olio di pesce, che apporta un contenuto ottimale di Omega 3 e di DHA per ogni singola dose. 

8Aloe Vera Gelly è una crema di Gel di Aloe Vera stabilizzato al 100% in una base trasparente e di facile applicazione scegli Aloe Vera Gelly, un prodotto studiato specificatamente per applicazioni topiche al fine di ammorbidire, proteggere e lenire la pelle. 

8Aloe Propolis Creme ricca di Propoli, conosciuta come l’antibiotico naturale, le piante specifiche per la pelle, quali Camomilla e Sinfito con l’aggiunta di vitamine A ed E e naturalmente l’Aloe Vera, in un’unica crema. 

La sinergia di quest prodotti ti permetteranno di migliorare la qualità della tua vita ed affrontare al meglio la dermatite atopica. Se sei scettico, ti capisco anche io all’inizio come tante altre persone al’inizio lo eravamo. Ma il gel di aloe vera veniva usato sin dall’antichità per le sue proprietà benefiche.

1Come sarebbe la tua vita se dopo aver seguito le nostre indicazione stessi meglio?

2Come sarebbe la tua vita se potessi ritornare a fare quelle cose di cui ti sei dovuto privare? 

Pensaci un attimo!

Quindi anche in questo caso vale il detto: “Usare per credere!”

Credere non è sempre facile ma la fiducia si costruisce giorno per giorno e si consolida grazie al reale esito dei risultati.

Se vuoi alleviare i sintomi per la dermatite atopica noi possiamo fornirti la corretta posologia da assumere giornalmente per ottenere grandi benefici. L’aloe vera gel può essere bevuta da tutte quelle persone sopra i 10 anni d’età, e anche da quelle persone che assumono i farmaci consigliati dal loro medico, in quanto è un vero e proprio alimento a differenza del succo di aloe.

Non aspettare che le cose peggiorino per la tua dermatite atopica con tutte le varie conseguenze, agisci ora, noi ti seguiremo passo passo se tu lo vorrai, affinché tu possa stare meglio. Se vuoi scoprire tutti i benefici e sapere come assumere questi alleati naturali giornalmente non esitare, contattaci

 

Flp Aloe Vera Team

Grazie all'Aloe Vera Gel abbiamo scoperto che salute, bellezza e alimentazione sono di vitale importanza per ognuno di noi; Forever Living ci ha dato la possibilità di migliorare le abitudini e lo stile di vita delle nostre famiglie e dei nostri amici.

Tags

6 comments

  • […] già detto nel precedente articolo, la Forever Living ha messo a punto un programma specifico, fatto come sempre di rimedi […]

  • Mi hanno detto che può esserci correlazione tra la dermatite atopica e l’iperattività?

    Michela

  • Buonasera,,,questo e il secondo anno che dopo l estate mi compaiono macchie rosse sulla faccia e plurito ..sono stato dal dermatologo che mi ha confermato che si tratta di dermatite ma dopo varie cure niente il problema persiste. Voi cosa mi cosigliate?

  • GIUSEPPE VERDE /

    Gentilissimi, è da qualche settimana che mi sono venute delle chiazze rosse sulle mani, e ora mi sta venendo anche a un occhio che mi è venuto anche gonfio. Ho provato varie creme ma sembra che il risultato sia nulla. Mi hanno detto che è dermatite, infatti leggendo i vostri commenti risultano proprio in questo modo.
    C’è un buon rimedio? cosa posso fare?
    Grazie di cuore per la risposta.
    Giuseppe

    • Buonasera Giuseppe e grazie per averci contattato. E’ già stato da un dermatologo? E’ sicuro che è dermatite? Se vuole approfondire meglio ci contatti al 347-5174632 oppure ci lasci un suo recapito. La nostra è una consulenza totalmente gratuita.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

top