Correlazione tra Alcuni Farmaci e Infarto: Rischi e Precauzioni

ibuprofene

Se ne è parlato già qualche anno fa ma forse ti è sfuggita questa informazione molto importante per la tua salute. Purtroppo in Italia è prassi comune abusare di antidolorifici e questo di per se è già un rischio, ma quando si parla di antidolorifici il cui principio attivo è il dicloflenac o l’ibuprofene bisogna prestare ancora più attenzione perché il rischio di effetti collaterali, anche letali, è notevolmente aumentato.

La ricerca effettuata presso il Gentofte University Hospital di Copenhagen, in Danimarca, ha evidenziato la correlazione tra i due principi attivi, diclofenac e ibuprofene, e il rischio di infarto, allo studio durato 8 anni hanno partecipato due milioni e mezzo di volontari e il risultato finale si può riassumere con:

“Associando farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) come aspirina, ibuprofene e ketoprofene al principio attivo diclofenac, il rischio di infarto è aumentato dell’86% in soggetti inizialmente non esposti a questo rischio”.

Un’altro studio condotto dalle ricercatrici Julia Hippisley-Cox e Carol Coupland questa volta a Nottingham in Gran Bretagna e pubblicata sul British Medical Journal, ha confermato che questa associazione di principi attivi può aumentare del 55% il rischio di infarto.

Questo studio ha coinvolto 9.218 pazienti che avevano già avuto infarti in passato e ha preso in considerazione anche altri fattori a rischio come l’età, le malattie cardiovascolari diagnosticate e se il paziente fosse o meno un fumatore.

I risultati dello studio britannico evidenziano un aumento del 24% del rischio di infarto nei pazienti trattati con ibuprofene e del 55% nei pazienti trattati con diclofenac.

Questi rischi non sono sconosciuti ai produttori dei farmaci contenenti questi principi attivi, infatti sul foglietto illustrativo del Voltaren (farmaco a base di diclofenac) viene riportato alla voce “Avvertenze”:

L’uso di Voltaren deve essere evitato in concomitanza di FANS, inclusi gli inibitori selettivi della COX-2. […]

Effetti cardiovascolari e cerebrovascolari: Un adeguato monitoraggio ed opportune istruzioni sono necessarie nei pazienti con anamnesi positiva per ipertensione e/o insufficienza cardiaca congestizia da lieve a moderata poiché in associazione al trattamento con FANS sono stati riscontrati ritenzione di liquidi ed edema.

Studi clinici e dati epidemiologici suggeriscono che l’uso di diclofenac, specialmente ad alti dosaggi (150 mg/die) e per trattamenti di lunga durata, puo’ essere associato ad un modesto aumento del rischio di eventitrombotici arteriosi (p.es. infarto del miocardio o ictus).

I pazienti con ipertensione non controllata, insufficienza cardiaca congestizia, cardiopatia ischemica accertata, malattia arteriosa periferica e/o malattia cerebrovascolare devono essere trattati con diclofenac soltanto dopo attenta valutazione.

Analoghe considerazioni devono essere effettuate prima di iniziare un trattamento di lunga durata in pazienti con fattori di rischio per eventi cardiovascolari (p.es. ipertensione, iperlipidemia, diabete mellito, fumo).

Ora sarai preoccupato per l’uso di questi farmaci, per questo motivo di seguito ti mostro la lista dei farmaci che contengono questi principi attivi, in modo da saperti regolare quando dovrai assumerli:

  • Subitene
  • Momentdoll
  • Arfen
  • Brufen
  • Antalfort
  • Spidifen
  • Sinifev
  • Nurofen febbre e dolore bambini
  • Antalfebal bambini
  • Actavis
  • Ginenorm
  • Cibalgina due fast
  • Momentact
  • Moment
  • Algofen
  • Antalgil
  • Calmine
  • Buscofen
  • Vicks flu-action
  • Nurofast
  • Fenadol
  • Dealgic
  • Deflamat
  • Voltfast
  • Algosenac
  • Ribex flu

Ovviamente la raccomandazione che posso farti è quella di non utilizzare questi farmaci come se fossero caramelle.

Tutti sappiamo quanto il dolore può renderci debilitati e per questo motivo sono certa che nonostante le avvertenze ti capiterà di assumere questo tipo di farmaci e il tuo medico te li prescriverà ancora e ancora in caso di necessità, ma per aiutarti a disintossicarti dai principi attivi di questi farmaci posso consigliarti un programma nutrizionale detossinante a base di Aloe Vera Gel da bere e integratori alimentari, il Forever Clean 9.

Se vuoi un corpo sano e depurato devi iniziare ad eliminare le tossine che si annidano al suo interno, bere molto, fare attività fisica e una dieta equilibrata aiutano ma quando si tratta di depurare in maniera profonda e in soli 9 giorni, il trattamento Clean 9 è l’ideale perché:

  • Aiuta a eliminare le tossine e le scorie metaboliche
  • Aiuta la corretta idratazione dell’organismo
  • Consiglia la corretta alimentazione da tenere durante il programma
  • Ti aiuta a mantenere uno stile di vita sano
  • Avrai il totale controllo del tuo peso

Quanto vale la tua voglia di ridurre le tue tossine e depurare il tuo corpo?

Inizia subito a disintossicare il tuo organismo, contattaci!!

Valeria Bonora

Sono Vale, eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare ma soprattutto comunicare e trasmettere “qualcosa”.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

top