Colesterolo Hdl Basso Cosa Mangiare: Benefici con Aloe Vera Gel

colesterolo basso cosa mangiare

Colesterolo Hdl basso cos’è e cosa mangiare? Quante volte ti sarai chiesto se quello che mangi può aiutarti a non avere il colesterolo alto?

Il Colesterolo: oggi parliamo proprio di lui, il nemico numero uno di chi della parola “dieta sana” proprio non ne vuol sapere!

Quando ne sento parlare, mi viene subito in mente un aneddoto molto divertente che ha come protagonista mia nonna e sono certa che in molti sentendo quello che sto per dire si faranno una grande e appagante risata, associando il mio ricordo alla stessa identica scena vissuta in prima persona.

Anche tu hai sentito almeno una volta nella vita la nonna o la mamma, la zia di turno rivolgersi a un proprio caro dicendo testuali parole: “mangia mangia questa roba tu, non hai capito che se continui così ti viene il colesterolo!”.

Come se fosse una malattia oscura e incurabile, della quale però nessuno di noi, ne sono quasi certa, ha mai ben capito la provenienza, limitandosi a pensare che per evitarla bastasse semplicemente essere magri e in forma.

Beh! Sfatiamo questo mito: è arrivata proprio l’ora di approfondire l’argomento ed informarsi correttamente su questa patologia e sul colesterolo hdl basso e alto.

Il Colesterolo è una malattia?

Il colesterolo non è propriamente una malattia, trattasi piuttosto di una molecola della classe degli steroli che riveste un ruolo particolarmente importante nella fisiologia degli animali e quindi anche dell’uomo. In poche e semplici parole non è nient’altro che una sostanza naturale prodotta dal nostro organismo ed è indispensabile per la vita. 

Essa compone le strutture di tutte le membrane cellulari, è coinvolta nei processi di produzione degli ormoni sessuali e steroidei, nella produzione di vitamina D e costituisce una componente importante degli acidi biliari.

E allora perché se ne parla sempre con accezione negativa?

Perché questa sostanza grassa, molto importante per il nostro corpo, è in grado di diventare dannosa se presente in elevate quantità nel sangue?

Sintetizzando, il meccanismo di funzionamento è questo: il grasso che mangiamo viene assorbito nell’intestino per poi arrivare al fegato; da qui il grasso ha bisogno di essere distribuito al resto del corpo al fine di essere usato per la produzione di energia o depositato nelle cellule adipose. Il fegato converte il grasso in due tipi di lipidi:

Il colesterolo ed i trigliceridi vengono poi incorporati in strutture chiamate lipoproteine (LDL e HDL) per essere distribuiti alle cellule adipose attraverso il circolo sanguigno. E fin qui, tutto procede normalmente.

Quando sorgono i problemi? Quanto si presenta il colesterolo Hdl basso.

Se, per cause varie, il rapporto tra le LDL e le HDL si sbilancia a favore delle prime, il rischio che si formino placche che, ostacolando la circolazione sanguigna compromettono, l’irrorazione del cuore e del cervello diventa concreto. Per questo si chiama colesterolo cattivo quello trasportato dalle LDL e colesterolo buono quello trasportato dalle HDL.

Dunque, avere il colesterolo alto può essere causa di malesseri legati al sistema cardiocircolatorio, infatti, livelli elevati nel sangue di questa sostanza possono rappresentare fattori di stress per quanto riguarda patologie come infarto, ictus e arteriosclerosi.

Colesterolo Hdl Basso: Cause Principali e Come Prevenirlo

Abbiamo già detto come il colesterolo sia prodotto principalmente dal fegato, ma non si deve dimenticare che viene anche assunto quotidianamente attraverso l’alimentazione; così, ogni giorno nel nostro corpo arriva una quota di colesterolo che si affianca a quella prodotta a livello epatico. Quindi è fondamentale mantenerne un equilibrio. 

Il rapporto ottimale tra colesterolo LDL e HDL, è fissato per gli uomini a 1 e per le donne a 1.47.

Ma spesso, i livelli di colesterolo alti possono essere determinati anche da cause genetiche e non soltanto da comportamenti alimentari scorretti. Diverse forme d’ipercolesterolemia familiare, infatti, sono causate da alterazioni in uno o più geni. Un esempio è dato dal gene LDL: alcuni studi hanno dimostrato che diverse alterazioni di questo gene possono incrementare oppure ridurre i livelli di LDL nel sangue. 

Comunque, quale che sia la causa, il primo intervento da fare per ridurre i livelli eccessivi di questa sostanza nel nostro corpo è senza dubbio aderire ad uno stile di vita più sano, con al primo posto una colesterolo dieta specifica che elimini tutti i cibi con grassi eccessivi.

La scelta di certi alimenti favorisce infatti l’eliminazione del colesterolo LDL, detto anche “colesterolo cattivo”, e diventa un’arma per combattere l’ipercolesterolemia.

Colesterolo Hdl basso Cosa Mangiare 

Via libera a 

  • cereali;
  • legumi: da 2 volte a 4 volte alla settimana come soia e lupini;
  • verdura: almeno 2/3 porzioni al giorno;
  • frutta: anche qui almeno 2/3 volte al giorno
  • la carne, sia rossa che bianca, può fare parte della dieta, ma deve provenire da un taglio magro e privato del grasso visibile. Il pollame invece deve essere senza pelle.
  • cucinare senza grassi. Preferire come metodi di cottura la bollitura, il vapore, le microonde o la grigliata piuttosto che la frittura o la cottura in padella.

questi alimenti, infatti, non contengono colesterolo e aiutano a ridurre i livelli di quello in eccesso. I vegetali ricchi di fibre contribuiscono anche a ridurre l’assorbimento del colesterolo alimentare a livello intestinale. In caso di colesterolo alto è bene quindi consumare porzioni normali di cereali, preferendo quelli integrali a quelli lavorati.

Anche il pesce è il benvenuto. Il consumo almeno 2 o 3 volte alla settimana è consigliato a chi ha problemi di colesterolo alto grazie alla particolare composizione del suo grasso.

Da evitare invece burro, lardo e strutto a favore di oli vegetali polinsaturi o monoinsaturi, come l’olio extravergine di oliva.

Cos’altro fare?

Chiaramente sarà il tuo medico a consigliarti i farmaci a supporto più adeguati al tuo caso ma sarà anche lui a dirti quanto per il colesterolo alto dieta  corretta da seguire sia tra le soluzioni più immediate e risolutive del problema.

Se questo ancora non bastasse, non dimenticarti che la natura ci ha fatto un dono prezioso: le sue piante; tra queste molte sono alla base della moderna medicina e alcune di esse in particolare possono essere utilizzate come supporto coadiuvante fondamentale all’uso dei farmaci.

Colesterolo Hdl Basso: Aloe Vera Gel un Valido Supporto

Sai che l’Aloe Vera Gel ha la proprietà di sciogliere il colesterolo LDL presente nel sangue attraverso la stimolazione di un processo di depurazione e purificazione dal parte del fegato?

Dunque, quale ausilio migliore per ridurre anche l’eccesso di colesterolo? 

Bere il gel di aloe vera fresco, è considerato un ottimo coadiuvante per combattere il colesterolo dannoso, bere la mattina a digiuno il gel di aloe vera in maniera costante per almeno 2 mesi produrrà un effetto benefico notevole.

– Se soffri anche Tu di colesterolo hdl basso quando è stata l’ultima volta che sei stato bene? Quante privazioni?

– Come sarebbe la tua vita se potessi ritornare a stare meglio?

Il colesterolo hdl basso con tutti i dovuti accorgimenti può essere migliorato. Noi possiamo fornirti la corretta posologia da assumere giornalmente e seguirti passo dopo passo per ottenere grandi benefici. Non aspettare che le cose peggiorino agisci ora, contattaci

Flp Aloe Vera Team

Grazie all'Aloe Vera Gel abbiamo scoperto che salute, bellezza e alimentazione sono di vitale importanza per ognuno di noi; Forever Living ci ha dato la possibilità di migliorare le abitudini e lo stile di vita delle nostre famiglie e dei nostri amici.

Tags

Lascia un commento

Your email address will not be published.

top