Beriberi: Come l’Aloe Vera Gel può essere di Grande Aiuto

beriberi

Non è comune sentire parlare di questa malattia, infatti il beriberi è una condizione di salute che si presenta in caso di malnutrizione e in questa parte del mondo in cui la sovrabbondanza di cibo è causa ben altre patologie, è difficile trovare chi possa soffrire di carenza di tiamina, ovvero di Vitamina B1, a causa di una alimentazione scorretta o scarsamente ricca.

Beri-Beri in cingalese significa “non posso non posso“, questo perché causa in chi ne è affetto una sorta di paralisi che impedisce al soggetto di fare ciò che vorrebbe.

Purtroppo però di questa carenza di tiamina potresti soffrirne anche tu, nonostante si verifichi soprattutto nelle popolazioni dell’Estremo Oriente che si nutrono prevalentemente di riso brillato (cioè privato della crusca di cui è ricco il riso).

Le cause principali sono l’assunzione eccessiva di alcool poiché l’etanolo riduce l’assorbimento intestinale della tiamina mentre la ridotta funzionalità del fegato impedisce la conversione della vitamina nella sua forma attiva; oppure una disbiosi, ovvero un’eccessiva proliferazione della flora batterica intestinale, in particolare di alcuni batteri che sono in grado di inattivare la vitamina B1.

Altre cause scatenanti della malattia del beri-beri possono essere legate a condizioni di stress, celiachia, colite ulcerosa, ipotiroidismo, infezioni, dialisi, gravidanza o allattamento che aumentano il fabbisogno organico di tiamina.

Anche fare un uso eccessivo di alimenti raffinati potrebbe danneggiare il sistema di assorbimento e attivazione della tiamina.

Ma cos’è la tiamina?

Nel 1911 Kazimierz Funk, chimico polacco naturalizzato statunitense, fu il primo ad aver coniato la parola vitamine, e la prima che fu scoperta fu proprio la Vitamina B1 grazie al premio Nobel per la medicina Christiaan Eijkman che scoprì che nella pula del riso doveva esserci una qualche sostanza in grado di prevenire e curare il beri beri.

Funk approfondì le ricerche di Eijkman e scoprì la tiamina, o vitamina B1, sostanza contenente un gruppo amminico (azoto basico) in grado di contrastare gli effetti della malattia.

Questa vitamina serve al tuo corpo sostanzialmente per la produzione di energia, è necessaria per la sintesi dell’emoglobina nel sangue, e per la produzione di acido gamma-amminobutirrico (GABA) a partire dall’acido glutammico.

La vitamina B1 ha anche un ruolo importante nella digestione, infatti aiuta l’assimilazione dei cibi e aiuta quindi a stabilizzare l’appetito.

Beriberi: sintomi e diagnosi

Il beriberi non è una malattia che viene diagnosticata facilmente, il deficit di tiamina infatti può provocare dei sintomi legati ad altre malattie come:

8stato di stanchezza cronica, cefalee,

8irritabilità, disturbi della memoria,

8confusione mentale,

8affanno,

8disfunzioni del sistema nervoso che causano paralisi e atrofia degli arti,

8nevriti,

8difficoltà digestive,

8inappetenza,

8convulsioni,

8difficoltà respiratorie,

8problemi gastrointestinali come nausea, vomito, stitichezza, diarrea e dolori addominali,

8vertigini,

8disturbi alla vista,

8paralisi del muscolo oculare,

8edema,

8palpitazioni,

8insufficienza cardiaca.

Questa malattia si può presentare i due forme beri-beri secco e beri-beri umido, nel primo caso si hanno problemi di deambulazione che si protrae fino alla paralisi flaccida, simmetrica, soprattutto agli arti inferiori, fino ad una completa atrofia muscolare; mentre nel beri beri umido i sintomi si avvertono a livello cardiovascolare e respiratorio con possibiltà di formazioni di edemi a livello cardiaco che possono causare una morte improvvisa.

In caso di alcolismo si parla invece di beri beri cerebrale conosciuto anche come sindrome di Wernicke-Korsakoff o encefalopatia di Wernicke.

La carenza di vitamina B1 può avvenire anche nei lattanti, la vitamina infatti si trasmette attraverso il latte materno, e se la madre ne soffre può non alimentare correttamente il proprio neonato causandogli anoressia,  vomito, diarrea, turbe del sonno, cianosi, tachicardia, convulsioni. Nei pazienti così piccoli ha un decorso molto rapido che porta alla morte del neonato.

Come contrastare la malattia beri beri?

Una dieta ricca ed equilibrata priva di cibi raffinati e di alcool è l’ideale per contrastare la carenza di vitamina B1; indicativamente il fabbisogno giornaliero corrisponde a 1,2 mg di tiamina per gli uomini adulti e a 0,9 mg per le donne, mentre per i bambini, a seconda dell’età e del peso, i valori vanno da 0,4 mg a 0,7 mg.

Le più importanti fonti di vitamina B1 sono i cereali integrali, alcuni legumi secchi come ceci, fagioli, nel germe di grano, la si può trovare anche nel fegato di manzo, nelle carni di maiale, nel salmone e nei semi di girasole essiccati. Anche il lievito di birra ne contiene importanti quantità.

E’ importante che quando assumi un cibo sia integrale perché questa vitamina è contenuta nel germe e nella crusca, nella pula del riso e in quelle parti dei cereali che di solito vengono eliminate durante la macinazione.

Devi anche prestare attenzione al modo in cui li cucini, perché la tiamina patisce le alte temperature quindi alcuni metodi di cottura dei cibi spesso la disperdono, mentre invece viene conservata nel processo di congelamento.

Per contrastare gli effetti della malattia beriberi dovresti assumere della tiamina per via orale, intramuscolare o addirittura endovenosa, associato ad un multivitaminico e un multiminerale.

Aloe Vera Gel e Forever Vit efficaci se sei carente di Vitamina B1

Per non incorrere in questa carenza è perfetto per te il Forever Vit, che fornisce all’organismo ferro, vitamine, minerali oltre ad una miscela di frutta e verdura, ricca di fitonutrienti (presenti in broccoli, ribes, mirtilli, mele, barbabietole, carote, spinaci, fragole e pomodori) indispensabili per metabolizzare al meglio vitamine e minerali.

beriberi e aloe vera gel

 

Visto che la vitamina B1 viene rapidamente assorbita nella parte inferiore dell’intestino tenue e distribuita al fegato, ai reni, al cuore è importante che il tuo corpo sia ben depurato e per mantenerlo sano e robusto puoi assumere l’Aloe Vera Gel che aiuta anche ad aumentare i livelli di energia e a mantenere un peso corporeo ideale, inoltre il gel è ricco di minerali e vitamine fondamentali per la salute globale e per una vita ricca di energia.

Se credi anche tu di aver bisogno di un ulteriore supporto al tuo problema,  contattaci ora!

 

Valeria Bonora

Sono Vale, eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare ma soprattutto comunicare e trasmettere “qualcosa”.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

top