Artrite Reumatoide Sintomi: Aloe Vera Gel Un Supporto Straordinario

artrite reumatoide

Artrite Reumatoide Sintomi e Patologia

Ecco un’altra insidiosa malattia di cui parlare: l’artrite reumatoide, una patologia dal quadro clinico piuttosto variabile e che esordisce in modo silenzioso con semplici infiammazioni di alcune articolazioni.

Puoi scoprire cosa dicono a tal proposito e come fanno i medici la diagnosi dei dolori articolari in questo video!

Inizialmente e spesso anche nel corso ulteriore della malattia compaiono sintomi generici quali stanchezza, malessere ed eventualmente una leggera febbre. La malattia ha questa caratteristica: può progredire lentamente o svilupparsi a scatti. In rari casi può, dopo un primo attacco, guarire completamente. Ma si può contare su una guarigione solo nel 10% dei casi.

Ebbene si, stiamo parlando ancora una volta di una condizione piuttosto grave, che se non diagnosticata in tempo e controllata con un trattamento di base ben dosato, col passare degli anni, può comportare la distruzione progressiva della cartilagine e delle ossa delle articolazioni e del circostante apparato di tendini e legamenti, fino all’insorgere delle tipiche deformazioni nelle regioni articolari colpite.

Ma nel dettaglio, quali sono i sintomi artrite reumatoide?

Al suo esordio, l’artrite reumatoide tende a colpire prevalentemente le piccole articolazioni, come quelle di polsi, mani, piedi e caviglie, per poi estendersi con il passare del tempo a spalle, gomiti, ginocchia e mandibola.

Artrite reumatoide sintomi iniziali

Quindi, i sintomi iniziale dell’artrite reumatoide sono vari e possono comprendere:

8dolore e gonfiore alle articolazioni;

8rigidità articolare, particolarmente pronunciata al mattino e dopo l’attività;

8deformità articolari (prevalentemente a livello delle piccole articolazioni delle mani);

8febbre;

8perdita di peso;

8ipotrofia muscolare e anomalie tendinee.

In uno stadio avanzato, l’infiammazione associata all’artrite reumatoide può comportare dei sintomi noti come “extra-articolari” e che possono essere indicativi di un coinvolgimento sistemico della malattia; fra questi ci sono: stanchezza, malessere generale, perdita di peso, indolenzimento muscolare, febbre, secchezza degli occhi e della bocca, riscontro di anemia, infiammazione dei tendini, presenza di piccole nodosità dolenti note come “noduli reumatoidi” che compaiono comunemente sotto la cute dei gomiti e degli avambracci.  In pratica, sebbene l’articolazione sia la parte dell’organismo più coinvolta, l’infiammazione può svilupparsi anche in organi interni.

Artrite reumatoide sintomi cause e diagnosi

Dunque, quali sono le cause dell’insorgere di questa malattia?

E, soprattutto, come si giunge ad un’artrite reumatoide diagnosi certa?

Per quanto riguarda la prima domanda, non è piacevole dire che purtroppo una precisa causa di origine ancora non è nota, ma i dati delle più recenti ricerche in campo scientifico evidenziano alcuni fattori che sono importanti nell’attivazione e nel mantenimento dell’infiammazione.

Grazie allo studio di questi fattori appunto, oggi è possibile giungere ad un’artrite reumatoide diagnosi anche se non con poche difficoltà.

L’artrite reumatoide può essere difficile da diagnosticare poiché può iniziare gradualmente con scarsi sintomi e diverse malattie, specialmente all’esordio, possono avere un comportamento simile.

Ascoltando i disturbi raccontanti dal paziente o ponendo egli stesso delle domande, lo specialista ricerca elementi utili per formulare la propria diagnosi. Questa visita preliminare, associata a qualche semplice esame del sangue, è normalmente sufficiente per porre diagnosi di artrite reumatoide.

È però molto importante ricordare che per la maggior parte dei pazienti non esiste un test specifico che confermi la diagnosi di artrite reumatoide che si pone attraverso una valutazione specialistica dei sintomi e soprattutto dei segni clinici.

Detto questo, la domanda più importante sta per arrivare adesso: esiste una cura?

Purtroppo no, ad oggi non esiste ancora nessuna cura risolutiva universalmente riconosciuta. Ma questo non deve scoraggiare, perché la terapia dell’artrite reumatoide è migliorata enormemente negli ultimi anni offrendo ai pazienti un soddisfacente controllo dei sintomi e la possibilità di conservare i normali ritmi della routine quotidiana.

E proprio dal momento che non esiste una cura definitiva, l’obiettivo dei trattamenti è per lo più quello di ridurre i sintomi del paziente e migliorare la disabilità attraverso una terapia medica appropriata e iniziata il più rapidamente possibile, prima che le articolazioni interessate dall’infiammazione vengano danneggiate in modo permanente.

Non si utilizza un singolo farmaco efficace per tutti i pazienti; quando la malattia è in fase iniziale, per ridurre rapidamente l’infiammazione articolare e l’intensità dei sintomi la terapia di prima linea si avvale dei farmaci antinfiammatori non steroidei come: ibuprofene, naprossene, diclofenac, ketoprofene, ecc….

Quasi sempre però l’utilizzo frequente di farmaci porta ad altre complicanze e a degli effetti collaterali nel tempo non indifferenti.

Ma, la cura fondamentale e quella imposta con maggiore forza dai medici riguarda principalmente l’alimentazione e la condotta di uno stile di vita adeguato.

Inoltre, è importante sottolineare che per chi soffre di artrite reumatoide è importante adottare una dieta ricca di antiossidanti, il consumo di frutta e verdura, nonché del pesce per il suo prezioso apporto di omega 3.

Un’alimentazione incentrata su queste semplici regole, garantirà da un lato una migliore funzionalità del sistema immunitario e dall’altro un miglior controllo dei fenomeni infiammatori. Quindi ancora una volta l’alimentazione riveste un ruolo chiave per contrastare la malattia.

Artrite reumatoide: cosa offre la natura

In natura esistono numerose sostante in grado di contrastare l’artrite reumatoide come il cavolo verza, il cavolfiore, il broccolo, i crauti. Poi, di nuovo, vorrei sottolineare le prodigiose proprietà dell’Aloe Vera Gel.

Grazie alla forte valenza antinfiammatoria degli acidi cinnamico e crisofanico e del mucopolisaccaride acemannano, l’aloe vera è in grado di attenuare il dolore e ripristinare la motilità dell’articolazione infiammata. Può essere utile anche l’applicazione di creme per intervenire direttamente sulle zone doloranti.

Questo “alleato naturale” può essere un valido aiuto per migliorare la qualità della vita di tutte le persone che decidono di affidarsi a lei.

Come prodotti coadiuvanti consigliati per l’artrite reumatoide anche giovanile:

– Aloe Forever Fredoom un potente antinfiammatorio naturale e al Metil Sulfonil Metano (MSM) coadiuvano in modo efficace la rigenerazione della cartilagine articolare migliorando la mobilità delle articolazioni

– Forever Active HA capsule di Acido Ialuronico a basso peso molecolare che lubrificano la cartilagine delle articolazioni.

– Aloe MSM gel è una crema che ha come primo ingrediente il l’aloe vera gel va usata per un periodo non inferiore ai due mesi.

La sinergia di quest prodotti hanno permette di migliorare la mobilità delle articolazioni.

Quindi anche in questo caso vale il detto: “Usare per credere!”

Credere non è sempre facile ma la fiducia si costruisce giorno per giorno e si consolida grazie al reale esito dei risultati.

Se vuoi alleviare i sintomi per l’artrite reumatoide noi possiamo fornirti la corretta posologia da assumere giornalmente per ottenere grandi benefici. Non aspettare che le cose peggiorino agisci ora, contattaci

Flp Aloe Vera Team

Grazie all'Aloe Vera Gel abbiamo scoperto che salute, bellezza e alimentazione sono di vitale importanza per ognuno di noi; Forever Living ci ha dato la possibilità di migliorare le abitudini e lo stile di vita delle nostre famiglie e dei nostri amici.

Tags

Lascia un commento

Your email address will not be published.

top