Afte stomatite sintomi e cause, come prevenirle

afte stomatite

Afte stomatite sintomi e cause

Stomatite: ecco un altro problema molto doloroso!

Ne stai soffrendo da tempo e proprio non riesci a liberartene?

Anche oggi sono qui per darti una mano: ti aiuterò a conoscere a fondo il tuo disturbo e ad individuare nel dettaglio quale forma della malattia ti ha colpito.

Si! Perché come sempre è fondamentale indagare il problema in modo settoriale e attraverso i sintomi riconoscerne le cause, al fine di prevenire ed eliminare definitivamente i fattori di rischio.

Non deve essere una cosa facile sopportare tutto il giorno quell’intenso dolore, il bruciore che ti assale ogni volta che provi a sorridere o a proferire parola, ma soprattutto, masticare, quello si che deve essere difficile!

Lo sa bene solo chi ha sofferto o sta soffrendo del tuo stesso problema: arrossamento della mucosa, insorgenza di pustole, insorgenza di afte in bocca, afte sulla lingua, infiammazione della gengiva; questi sono soltanto alcuni dei sintomi di un’infiammazione acuta che colpisce la cavità orale di individui di qualunque fascia di età.

La stomatite è un fastidioso inconveniente che colpisce ciclicamente circa una persona su cinque e che provoca dolore mentre si parla, si mangia o ci si lava i denti. Tale infiammazione può essere localizzata in un punto preciso della mucosa orale o interessarla in maniera diffusa e generalizzata.

La stomatite non deve essere confusa con le ulcere labiali provocate dall’herpes simplex. 
Le vescicole che compaiono per infezione del virus herpetico sono localizzate all’esterno della cavità orale (intorno alle labbra, sul mento o all’interno delle narici) e sono contagiose.
Le ulcere associate alla stomatite, invece, non possono essere trasmesse.

Ai sintomi generali possono aggiungersi ulteriori segni secondari: alitosi, sanguinamento delle gengive, aumento nella secrezione salivare e, in alcuni casi, febbre ed ingrossamento dei linfonodi.

Quali sono le principali cause?

La stomatite può essere causata da problemi del cavo orale, come cattiva igiene, oppure da una serie di altri fattori:

• batteri, virus, funghi;

• alcune malattie quali: diabete, celiachia, patologie dell’intestino, immunodeficienza;

• sostanze irritanti (alcool, tabacco, spezie);

• prolungati trattamenti con antibiotici (penicillina, tetraciclina, cloramfenicolo, ecc…);

• carenze nutrizionali (es. carenza di vitamina C, acido folico, vitamina B12, ferro);

• assunzione di cibi e/o bevande bollenti che provocano scottature nel cavo orale;

• traumi;

• terapie chemioterapiche;

• stress, stati d’ansia.

Come accennato precedentemente, chiunque può esserne colpito, ma i giovani e gli adolescenti sembrano avere più spesso problemi di stomatiti, e le donne hanno il doppio delle probabilità di svilupparle rispetto agli uomini.  Spesso alcune di esse manifestano ulcere orali all’inizio del loro periodo mestruale.

Afte stomatite sintomi e cause: le forme più frequenti


Stomatite aftosa: riconoscibile proprio dalla presenza delle lesioni all’interno del cavo orale.

Stomatite cancrenosa: i sintomi sono molto dolorosi, con infiammazioni e infezioni dei tessuti molli del cavo orale che arrivano a compromettere anche parti muscolari del volto.

La corrosione dei tessuti può essere così profonda da arrivare a mostrare le parti interne della bocca come denti e ossa.

Le deturpazioni che provoca costringono spesso i malati ad intraprendere ricostruzioni facciali tramite la chirurgia plastica. Le cause vanno ricercate nella presenza di malattie debilitanti, come per esempio la malaria o la forte diarrea.

– Stomatite ulcerosa: caratterizzata da arrossamento e formazione di piccole ulcere; è causata da particolari fusobatteri e spirilli: si tratta della cosiddetta fusospirillosi.

– Stomatite erpetica: caratterizzata dalla presenza di piccole vesciche nelle parti molli mucose.

– Stomatite di origine tossica: il contatto con composti chimici dannosi per l’organismo come l’arsenico, i metalli pesanti, il bismuto o il piombo, può portare alla comparsa di infezioni anche molto gravi.

Stomatite da nicotina: è causata dall’uso frequente di tabacco. Non comporta un aumento dei rischi tumorali, e può essere sconfitta con la diminuzione o l’abolizione totale del vizio del fumo.

– Stomatite di Vincent: chiamata anche bocca di trincea poiché contratta da molti militari durante la Seconda Guerra Mondiale. Può essere causata dalla cattiva igiene orale, dalla malnutrizione, ma anche dallo stress e dalla privazione del sonno.

Questo tipo di infiammazione può portare gravi sintomi, come la necrosi delle parti interessate, alitosi, forti dolori, emorragie, aumento delle ghiandole linfonodali, forti febbri e una pericolosa infiammazione delle tonsille chiamata “angina di Plaut-Vincent”.

Chiaramente, i diversi tipi di stomatiti illustrati, se riscontrati, rendono necessaria una visita accurata prima di ogni tentativo di cura, proprio per individuare la gravità delle lesioni ed agire di conseguenza.

Lo studio accurato dei sintomi, è sempre l’elemento imprescindibile per la scelta della cura da intraprendere.

Ma, perché curare? Non è meglio prevenire?

Certamente, è sempre alla prevenzione che devi puntare!

Ti è piaciuto l’articolo? Aiutami a diffonderlo in modo che possa essere utile per chi come Te crede in una salute migliore. Mi farebbe piacere sapere come la pensi, lasciami pure un tuo commento.

 

Flp Aloe Vera Team

Grazie all'Aloe Vera Gel abbiamo scoperto che salute, bellezza e alimentazione sono di vitale importanza per ognuno di noi; Forever Living ci ha dato la possibilità di migliorare le abitudini e lo stile di vita delle nostre famiglie e dei nostri amici.

Tags

5 comments

  • […] già detto nel precedente articolo, attraverso una corretta ed accurata igiene orale, eseguita con il prodotto giusto (Forever Bright […]

  • Ho una bimba di 4 mesi con dermatite atopica,attualmente la sto curando con irudoil che è idrocortisone e dermo lictena esiste un rimedio migliore naturale grazie

    • Monia Ferretti /

      Ciao Rossella, visto la tenera età della bimba, quello che posso consigliarti io ma soprattutto i nostri Dottori per avere dei grossi benefici è di utilizzare questa crema:

      * l’aloe vera gelly (da utilizzare la sera prima di andare a letto) che tra l’altro può anche essere utilizzata per:

      (ferite, piccole scottature, irritazioni, eritema da pannolino, eritema solare, punture di insetti, emorroidi, psoriasi, dermatiti, ragadi).
      Questa crema esclusivamente naturale è molto efficace! Il 1° ingrediente è il gel d’aloe. In commercio quando acquisti una crema quasi sempre il 1° ingrediente è l’acqua.

      Ciao e in bocca al lupo per la piccola.

  • antonia angela /

    Da anni soffro di una stomatite,parte sinistra della lingua, ho fatto di tutto:
    due biopsie-niente di particolare,
    esami immunologici-niente di particolare,
    soffro di una gastropatia erosiva e reflusso di tipo A.
    ORA STO CURANDO IL REFLUSSO CON GASTROLOC DA 40MG e dieta.
    sto facendo questa cura da più di 3 mesi, ma a volte l’infiammazione della bocca si riacutizza e non riesco a dormire neanche la notte. cosa potrei fare? e’ plausibile che sia il reflusso a causarmi il tutto o ci può essere dell’altro.
    attendo con ansia il vostro consiglio.
    Grazie A.C.

    • Buongiorno Antonia,
      grazie per averci contattati.
      Mi dispiace sapere della tua stomatite, ma probabilmente la causa è la gastropatia nervosa e il reflusso.
      1) Da quanto tempo soffri di reflusso?
      2) Che tipo di alimentazione stai seguendo?
      Il consiglio sicuramente è quello di diminuire alimenti che possono causare acidità, come caffè, pomodori, liquori, vino ecc..
      Molto spesso le medicine oltre ad avere un effetto tampone possono causare gravi effetti collaterali.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

top