Acido Folico A Cosa Serve: I Benefici con l’Aloe Vera Gel

acido folico a cosa serve

L’Acido Folico a cosa serve, ma cos’è?

L’acido folico è una vitamina molto importante per il nostro organismo, precisamente la B9, che però il nostro organismo non è in grado di produrre; tra le tante domande che possono sorgere parlando di questa sostanza “l’acido folico a cosa serve” è quella che forse incuriosisce di più quando si parla di vitamine del gruppo B, nelle quali troviamo la tiamina (B1), la riboflavina (B2) e l’acido pantotenico (B5) che sono quelle più conosciute e che rientrano nel gruppo delle vitamine che servono per la salute della pelle ed dei capelli.

Acido Folico e DNA

Acido Folico a cosa serve? Per rispondere a questa domanda dobbiamo prima di tutto dire che l’acido folico è una vitamina idrosolubile, cioè che si scioglie in acqua, e serve per la sintesi, riparazione e metilazione del DNA, quindi la formazione dell’emoglobina e dei tessuti embrionali; inoltre potrebbe essere uno degli elementi chiave per la prevenzione in fase embrionale di malattie cardiache congenite e malformazioni come la labiopalatoschisi (labbro leporino), spina bifida o anencefalia (sviluppo incompleto del cervello).

Non a caso l’acido folico è vivamente consigliato alle donne sia in gravidanza, che dovrebbero assumerne circa 0.4 mg al giorno per almeno le prime 4-8 settimane di gestazione, sia prima della gravidanza se programmata, per prevenire le malformazioni fetali.

Gli alimenti ricchi di acido folico sono quelli che hanno le foglie verdi larghe e carnose come la lattuga, gli spinaci e i broccoli, ma lo troviamo in alte concentrazioni anche nella soia, nel germe di grano e nel lievito di birra.

Chi pratica una dieta onnivora può trovarlo anche nelle frattaglie, nel fegato e nelle uova; inoltre questa vitamina è termolabile e gran parte di essa si perde durante la cottura, per questo motivo è bene integrarlo magari con integratori che contengano l’acido folico nella quantità giornaliera di cui il nostro organismo abbisogna come ad esempio nell’aloe vera gel.

La carenza di acido folico nel corpo umano può essere anche causata da farmaci come barbiturici o estroprogestinici, da una vita sregolata con episodi di abuso di alcool oppure può verificarsi anche nelle persone insulino-dipendenti o nei celiaci. Questa carenza può portare a ritardi della crescita nei bambini, mentre negli adulti i sintomi più evidenti si presentano con apatia, stanchezza, inappetenza ma anche difficoltà di concentrazione, difficoltà di memorizzare, di riposare correttamente; carenze di vitamina B9 possono anche provocare ulcerazioni della mucosa orale e anemia macrocitica e megaloblastica.

Per quanto riguarda gli effetti collaterali dell’acido folico, non ci si dovrebbe preoccupare a meno di assumerne in quantità molto elevate o se si è affetti da anemia perniciosa, per la quale l’assunzione di acido folico dev’essere subordinata ad un controllo ematologico approfondito.

Un sovradosaggio di acido folico si ha con quantità che superano anche i 4-5 mg giornalieri raccomandati alle gestanti che hanno gravi carenze della vitamina, quindi per quanto riguarda l’assunzione di acido folico attraverso integratori come il gel di aloe vera non ci sono controindicazioni.

In Italia gli integratori di acido folico sono numerosi e si trovano in forma di compresse da 0,4 mg, acquistabili in farmacia su presentazione della ricetta medica, e le donne che sono in età fertile e prevedono una gravidanza dovrebbero assumerlo regolarmente, un modo facile è quello di assumerlo attraverso il gel di aloe che oltre al contenuto di acido folico ha anche diverse proprietà tra cui quelle di potenziare e riattivare le difese immunitarie, depurare e disintossicare l’organismo, idratare i tessuti e contribuire a diminuire le complicanze del diabete.

In America, dal 1998, la Food and Drug Administration (l’organismo federale statunitense per la sorveglianza sui farmaci e sugli alimenti) ha sancito che le farine e i cereali venissero fortificate con una quantità di acido folico di 0.14 mg per ogni 100 gr di prodotto; questo anche perché la dieta americana non è varia e non è ricca di verdure come invece può esserlo una dieta mediterranea. infatti in Italia non esiste l’obbligo di fortificare le farine alimentari, motivo in più per integrare la dieta di ognuno con del gel di aloe vera che sopperisce alla mancanza di acido folico nella dieta che sempre più spesso è meno ricca di vegetali e di cibi crudi.

Acido Folico per la prevenzione di tumori

Ad oggi non esistono dati certi che stabiliscano una correlazione tra acido folico e tumore. L’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA) ha sancito che andrebbero studiati i casi in cui l’acido folico è assunto in maniera massiccia per la prevenzione dei DTN (disfunzioni del tubo neurale); intanto l’AIFA (Agenzia italiana del farmaco) lo raccomanda come “antidoto in associazione ai farmaci antitumorali come MTX e 5FU e di altri anfifolici in genere”.

Acido Folico A Cosa Serve: Il Gel di Aloe Vera a disposizione per Noi

Ancora una volta l’aloe vera, questa pianta miracolosa che ci viene in aiuto in quanto uno dei suoi elementi nutritivi è proprio l’acido folico che sopperisce alla mancanza nella dieta che sempre più spesso è meno ricca di vegetali e di cibi crudi. 

Ti starai chiedendo ma allora, l’Acido folico a cosa serve se comunque non viene prodotto dal nostro corpo? L’acido folico serve perché è essenziale per la formazione dell’emoglobina, e per la sintesi del DNA e delle proteine

Per integrare apporta ogni giorno benefici al tuo corpo con l’aloe vera gel e non te ne pentirai.

Valeria Bonora

Sono Vale, eclettica, sempre alla ricerca di cose nuove, amo l’arte in ogni sua forma e gli animali. Mi piace leggere, scrivere e fotografare ma soprattutto comunicare e trasmettere “qualcosa”.

Tags

Lascia un commento

Your email address will not be published.

top